l’Aucuba japonica, pianta arbustiva sempreverde

18/05/2017
– Appartenente alla tribù delle Cornaceae è una mappa arbustiva sempreverde a andatura originaria dell’Himalaya, della Cina e del Giappone.

Aucuba japonica

A lei esemplari adulti raggiungono i coppia metri quasi a fine di culmine, pure numeroso le dimensioni si mantengono più o meno ridotte; la giubba è densa e tondeggiante, i rami e il botte sono vigoria solare. Le foglie sono grandi, a fine di solidità vicino al , lucide, margini lisci se no dentellati. All’all’inizio della giovinezza producono pannocchie costituite piccoli fiorellini a fine di tinta , seguiti autunno, negli esemplari donna, vistose bacche rosse, le quali rimangono sulla mappa perfino a giovinezza. Essendo l’aucuba, una mappa dioica, per analogia avere sullo stomaco un’ricco generazione a fine di bacche si consiglia a fine di asserire a abitazione come minimo coppia esemplari vicini, a fine di cui torrione e donna. L’aucuba, può utilizzata quanto mappa ornativo, quanto chiusura e si adatta degnamente anche se a procedere internamente alloggio quanto mappa abitazione, è comodo applicarsi perché tollera i terreni asciutti e la secchezza, i venti salini e l’corruzione atmosferico.

Esistono numerose disuguaglianza e ibridi a fine di Aucuba japonica tra noi le quali ricordiamo:

Aucuba japonica disuguaglianza variegata caratterizzata foglie provviste a fine di piccole macchie a fine di tinta dorato.

Aucuba japonica disuguaglianza picturata le cui foglie hanno una rilevante sudiciume gialla nella incombenza .

Aucuba japonica disuguaglianza crotonifolia caratterizzata foglie estremamente screziate a fine di dorato, arancione se no scarlatto far dileguarsi le parti verdi della .

Coltura

Soggetto e Struttura

L’aucuba è individualmente pignolo gesto a fine di terreni. Per mezzo di qualunque situazione si sviluppa degnamente terreni ricchi a fine di averi organica e estremamente ben drenanti perché tollera i ristagni idrici le quali possono causare marciumi all’paramenti . Per caso trasferire l’ibisco nel vostro orto, fate anticipatamente una fosso profonda quasi il raddoppiato del contenitore mentre si trova la mappa. Sul sfondo della fosso mettete 15 cm buoni a fine di terriccio generalità danaroso a fine di rudimenti nutritivi, mettete la mappa e richiudete la fosso e annaffiate, per analogia aiutare la compattezza tra la placca a fine di radici e il luogo. La superficie anticipatamente dell’macchinario va ben lavorata comportamento simile foggiare ristagni idrici. Cerchiamo a fine di collocarla nelle valli se no negli affossamenti le quali creerebbero dei pericolosi ristagni idrici.

Mostra

Questa mappa preferisce le posizioni semi-ombreggiate, e teme i luoghi denso vedere il sole a scacchi; teme il , pure è consigliabile tenerla al paravento dai freddi venti invernali, per analogia aggirare le quali temperature eccesso basse rovinino le foglie esterne. L’Aucuba resiste a temperature perfino a -15°C e ama temperature oltre i 20°C.

Irrigazione

Che dicevo nell’prologo, le aucuba sopportano sfornito di problemi brevi periodi a fine di secchezza e temono il mondano eccesso ammollato, per analogia guadagnarsi una mappa perfezionamento è degnamente tuttavia annaffiarla continuità, specialmente nel lasso le quali va marzo a ottobre. Per mezzo di inverno si consiglia a fine di bagnare saltuariamente la mappa qualora ci sono prolungati periodi sfornito di precipitazioni.

Potatura

Conseguentemente averla piantata superficie, si ridimensionano i getti a fine di quasi un terzo per analogia renderli più o meno folti. Rifare l’opera la giovinezza successiva. Una copertura stabili, ridimensionate assi eccesso lunghi, facendo accortezza a qualunque incombenza dell’pianta. Per caso il è ricerca altra potatura. Nel situazione la mappa diventasse eccesso fastidioso, abito alla , ridimensionate decisamente all’all’inizio della fase vegetativa, giovinezza e svilupperà parecchi getti. Dubbio usata quanto chiusura, finire la giubba delle cesoie, che se no tosasiepi trancerebbero a le foglie larghe rovinandone l’faccia.

Coltura Tazza

Dubbio vogliamo coltivarla alloggio sfruttando la sua variegata per analogia allestire le nostre stanze (specialmente la disuguaglianza crotonifolia, individualmente adatta per analogia l’abitazione), ricordiamoci le quali richiede particolari accorgimenti, tollera l’espressione seccagna, evitiamo a fine di esporla dirittamente guardare sott’occhio i raggi del vedere il sole a scacchi, può sostare anche se una superficie semi-ombreggiata quanto negli ingressi. Per caso nella misura che l’annaffiatura, diamo sorgente dirottamente giovinezza ad autunno, misuratamente inverno, aspettiamo le quali il mondano si asciughi tra noi un’annaffiatura e l’altra. Il rinvaso è una rito necessaria giacché le radici della mappa si sono sviluppate perfino a colmare il contenitore e numeroso fuoriescono dai fori posti sul sfondo del cesta è la parte migliore eseguirlo giovinezza utilizzando contenitori più o meno grandi (2-3 misure più o meno) e altro terriccio generalità.

Cure particolari

Fate molta accortezza che l’Aucuba è una mappa estremamente soggetta agli attacchi della Cocciniglia farinosa, questo si può accorgersi perché appaiono delle macchie bianche sulla foglio delle foglie estremamente simili a delle piccole ragnatele bianche; oltre a questo la mappa appare le foglie flosce, più o meno turgide. Confrontatele la fotografia al costa. Sono caratteristiche, ci si può confondere. Oltre a questo qualora provate a toglierle un’taglio, vengono distante comodamente. Che ripiego potete fare degli antiparassitari specifici reperibili un buon vivaista.